martedì , 18 aprile 2017
Ultime notizie
HomeAttualitàLa sicurezza sul lavoro nei cantieri navali
La sicurezza sul lavoro nei cantieri navali

La sicurezza sul lavoro nei cantieri navali

Una delle principali tematiche che vengono discusse dall’opinione pubblica è quella relativa alla sicurezza del lavoro a Roma, visto l’aumento delle morti bianche nel nostro paese e uno dei settori più colpiti è quello dei cantieri navali dove gli operai, vista la pericolosità del loro lavoro rischiano molto.

Quali sono i principali rischi?

Il cantiere navale nasconde molti rischi per i suoi operai e si sta facendo molto negli ultimi anni per cercare di mettere il più in sicurezza possibile i lavoratori.

La maggior parte dei lavori che vengono fatti all’interno dei cantieri navali riguardano la manutenzione e la riparazione ed è proprio in questo campo si registrano la maggior parte di incidenti sul lavoro.

I principali rischi presenti nei cantieri sono:

  • Inalazione di sostanze aero disperse nei lavori di saldatura, pittura e coibentazione
  • Il rischio di radiazioni elettromagnetiche
  • Rischi per l’udito dati dai forti rumori e dalle vibrazioni
  • Rischio di caduta dall’alto e di caduta in mare
  • Eventuale caduta di carichi sospesi

Riguardo ai rischi per chi lavora all’interno dei cantieri navali è stata adottato il D.lgs. 272/1999, che assicura la tutela della salute per i lavoratori portuali e la prevenzione sui rischi attraverso l’elaborazione del documento di sicurezza dove vengono inseriti la valutazione dei rischi e le tutte le operazioni che devono essere fatte per avere sicurezza all’interno dei cantieri.

Buone pratiche per la sicurezza

Oltre al D.lgs. per la sicurezza è stato redatto anche un manuale che raccoglie tutte le buone pratiche d’adottare per lavorare in sicurezza all’interno del cantiere navale.

Il documento ci spiega che i cantieri navali sono considerati tra gli ambienti più pericolosi in ambito lavorativo visto l’alto tasso d’infortuni e malattie e per questo è importante trovare una soluzione congrua per affrontare le situazioni di rischio.

La prima cosa da fare per ridurre i rischi nei cantieri navali è quella d’intervenire con delle specifiche azioni, che vanno analizzate con tutti gli esperti di settore per cercare di migliorare la situazione lavorativa.

Il manuale di buona pratica ci parla di alcuni requisiti fondamentali per la sicurezza:

  • Affrontare i problemi relativi al lavoro con le autorità competenti
  • Scegliere fasi e metodi per cercare di migliorare le condizioni di lavoro
  • Rispettare il quadro normativo di riferimento
  • Ridurre il numero del rischio d’incidenti, causa di infortuni
  • Cercare di esportare dove è possibile quelle lavorazioni come la coibentazione, la saldatura, il montaggio e smontaggio dei ponteggi.

 

imm_sicurezza

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>