domenica , 19 agosto 2018
Ultime notizie
HomeAttualitàLe isole ecologiche nel mare dei rifiuti

Le isole ecologiche nel mare dei rifiuti

Per quanto riguarda la gestione rifiuti a Roma, i cittadini possono avvalersi della presenza di numerose isole ecologiche, ma non sempre è chiaro il loro ruolo all’interno del ciclo dei rifiuti.

Un punto fondamentale da tenere sempre presente è che un’isola ecologica non è l’equivalente di una discarica e nemmeno di un impianto per il trattamento rifiuti. Purtroppo nell’immaginario comune spesso i cittadini associano le isole a queste altre tipologie di impianti al punto da recarsi presso le isole quando devono liberarsi di un qualsiasi tipo di rifiuto particolare. Purtroppo questa visione è dovuta anche alle cattive condizioni in cui, spesso, versano queste aree e che sovente sono da addebitare alla carenza di fondi del Comune per la gestione.

L’isola ecologica, invece, andrebbe vista come un centro di raccolta dove i cittadini appartenenti al Comune, ma anche le attività commerciali, possono lasciare gratuitamente alcuni rifiuti ingombranti oppure pericolosi, sempre e soltanto durante l’orario di apertura.

Secondo un elenco di codici europei stabiliti dalla legge, si identificano il tipo di attività e la tipologia di rifiuti che vi si possono portare, ma anche, le caratteristiche che deve possedere la struttura, come ad esempio la pavimentazione necessaria o l’impianto per la raccolta delle acque piovane ecc.
Esistono ormai tantissimi centri di raccolta di questo tipo, perfettamente funzionanti e, a volte, anche piacevoli per gli utenti.

Il ruolo delle isole ecologiche nella raccolta differenziata

I centri di raccolta hanno un ruolo fondamentale nei sistemi di raccolta che si basano sul ritiro domiciliare, infatti spesso, i finanziamenti a favore del ritiro porta a porta non vengono erogati ai comuni che non sono dotati di apposite isole ecologiche.

Ma queste isole hanno un grande impatto anche nei sistemi di raccolta stradale in quanto, ogni utente dotato di una ecocard, un po’ come la tessera di un supermercato, viene incentivato dai punti a recarsi presso un centro di raccolta per depositarvi i propri rifiuti facilmente riciclabili come possono essere il vetro, i metalli o gli imballaggi in plastica, invece che gettarli nei cassonetti. Così il Comune risparmia i costi di raccolta mentre il cittadino, accumulando i punti, usufruirà di uno sconto tanto più alto quanto maggiori saranno i rifiuti che avrà depositato all’isola.

Che fine fanno i rifiuti portati alle isole ecologiche?

I materiali che vengono condotti presso i centri di raccolta vengono indirizzati verso il rispettivo impianto adibito al recupero. Nel caso in cui fosse necessario fare una preliminare selezione di tali materiali, come ad esempio nel caso delle raccolte miste di plastica e metallo, si passerà prima da un particolare impianto di selezione per poi dividere i materiali verso il rispettivo recupero come per esempio fonderie, vetrerie, cartiere ed impianti di recupero delle plastiche.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>