venerdì , 24 marzo 2017
Ultime notizie
HomeCasaMercato immobiliareMercato immobiliare: cosa aspettarsi per il 2015
Mercato immobiliare: cosa aspettarsi per il 2015

Mercato immobiliare: cosa aspettarsi per il 2015

Dopo molti anni di ribassi nel mercato immobiliare, una domanda che ci si può porre anche per quest’anno è: cosa bisogna aspettarsi per il 2015? L’appena trascorso 2014 ha fatto registrare per la prima volta dopo la crisi, un aumento delle transazioni immobiliari, per un totale di 420mila, con prezzi ancora in discesa. E pare che le previsioni dei mercati anche per questo anno faranno registrare un trend abbastanza simile.

Aumento delle compravendite

Secondo le analisi di mercato portate avanti da Tecnocasa le compravendite aumenteranno, potendo arrivare a 430-440 mila, mentre a causa della limitata spesa degli acquirenti, e l’abbondante offerta, si presume che i prezzi diminuiranno, chiudendo tra il -3 e -1%. Le grandi città come Roma, Firenze e Bologna che già hanno assistito ad un’inversione di tendenza sul mercato, potranno subire un arresto, anche se continueranno a mantenersi in positivo.

Città Da A
Bari -3 -1
Bologna -4 -2
Firenze -2 0
Genova -3 -1
Milano -2 0
Napoli -3 -1
Palermo -2 0
Roma -2 0
Torino -2 0
Verona -2 0
Media -3 -1

 

Stabilità nei prezzi? Tra il 2016-2017

A quanto pare la stabilità nei prezzi potrebbe essere raggiunta nel 2016, per poi confermarsi nel 2017. Il mercato che riguarda la prima casa continuerà ad essere abbastanza vivace, a differenza del segmento che riguarda le abitazioni vacanza  e quelle ad uso investimento. Ovviamente il tutto sarà sempre determinato dall’economia circostante e dal tasso di occupazione, che definiscono inevitabilmente anche il settore degli immobili. Bisogna anche dire che la qualità abitativa resterà l’elemento premiante, che potrà permettere di giocare sul prezzo, grazie al buono stato e al pregio di un’abitazione.

Gli affitti

Per quanto riguarda gli affitti, la domanda resterà sostenuta, non dovrebbero esserci aumenti nei prezzi, che invece negli ultimi anni hanno visto registrare una progressiva riduzione dei canoni di locazione.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>