domenica , 16 giugno 2019
Ultime notizie
HomeEconomiaLa legge di stabilità
La legge di stabilità

La legge di stabilità

Nel nostro paese la legge di stabilità, unita alla “legge di bilancio”, costituisce lo strumento in grado di determinare la manovra di finanza pubblica. Essa è stata introdotta per la prima volta nel 1978 sotto il nome di “legge finanziaria”, bisognerà infatti aspettare il 2000 perché acquisisca il nome attuale.
Dal 1978 essa regola le variazioni delle pubbliche amministrazioni e quindi le entrate e le spese in relazione però agli obiettivi prefissati e agli scopi che s’intende raggiungere per quell’anno.
La caratteristica principale di tale legge è quella che riguarda il suo campo di intervento, è composta da una parte normativa ed una tabellare e la prima permette la regolazione delle entrate e quindi di agire sui saldi di finanza pubblica sia in senso espansivo che restrittivo, dal punto di vista delle spese, invece, essa se ne occupa solo in senso restrittivo. La tabella, ovviamente, contiene le modulazioni e le variazioni che vengono calcolate al fine di agire nel migliore dei modi

Ecobonus

La legge di stabilità, ovviamente, si occupa di seguire passo dopo passo la realtà circostante ed è per questo che nel 2016, ad esempio, all’interno dell’allegato ambientale in essa presente è stata prevista una serie di disposizioni con l’obiettivo di promuovere la green economy.
Una delle voci principali di queste direttive riguarda il bonus dell’amianto, ormai da tempo riconosciuto come pericoloso per la salute e quindi da rimuovere ad ogni costo.
Il modo migliore, dunque, non poteva che essere un incentivo, qualcosa che spingesse la gente a bonificare queste aree quindi se vi trovate nella Capitale e state per acquistare un immobile che contiene, purtroppo, dell’amianto sappiate che esistono delle agevolazioni e per prima cosa rivolgetevi ad un personale competente come chi lavora in Nova Ecologica che tra le altre cose si occupa anche dello smaltimento eternit a Roma.

Sostituzione dell’amianto

Forse lo sapete già ma molto spesso l’amianto si trova sui tetti delle case ed una buona soluzione, dopo averlo smaltito e aver reso l’area sicura, potrebbe essere quella di sostituirlo con pannelli fotovoltaici.
Questa scelta, oltre che particolarmente conveniente se vista pensando al proprio futuro, vi permette di beneficiare di detrazioni fiscali al 65%, definito “bonus riqualificazione energetica”.
Questo bonus, senza che ve lo dica io, possiede un doppio scopo: eliminare l’eternit e tutti i problemi che esso ha causato e continua a causare e migliorare l’efficienza energetica degli edifici, oltre che la ”qualità” del nostro pianeta.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>