martedì , 18 aprile 2017
Ultime notizie
HomeNewsTurismo, gli arrivi negli hotel a Roma non crescono
Turismo, gli arrivi negli hotel a Roma non crescono

Turismo, gli arrivi negli hotel a Roma non crescono

La stagione degli hotel a Roma e del comparto turistico più in generale non brilla di certo in questo inizio del 2017. Gli indici sono positivi, quindi si parla di un rallentamento o di un’andatura particolarmente morbida, ma non di segnali in negativo, per fortuna.

Gli hotel a Roma stanno avendo comunque un riscontro modesto, seppur ancora col segno più. Il comparto, quindi, cresce ma lo fa in modo più lento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, il 2016. Chiaramente se un andamento lento poteva essere “normale” o comunque non preoccupante d’inverno, in vista del secondo trimestre del 2017 e quindi della bella stagione, desta invece qualche perplessità agli operatori del settore turistico, anche perché è proprio la primavera, in genere, la stagione più forte dal punto di vista degli arrivi nella Capitale, di tutto l’anno.

Quali sono le ragioni di un tale rallentamento? Si tratta soprattutto di motivi legati non alla Capitale ma all’Italia e alla dimensione delle grandi città: la paura di un attacco terroristico. Il terrorismo spaventa e lo fa anche in Italia. C’è poi anche una questione di immagine, quella sì che riguarda solo ed esclusivamente Roma, legata cioè all’inchiesta su Mafia Capitale. Secondo i dati più recenti di Euromonitor, Roma occupa, in ordine, soltanto la tredicesima poltrona attorno al tavolo delle città turistiche nel mondo.

Hotel a Roma, più stranieri che italiani

Continuando a ragionare sui numeri che caratterizzano il primo trimestre del 2017, gli arrivi negli hotel di Roma provengono soprattutto dall’estero. Sono più gli stranieri a fare turismo nella Capitale, che gli italiani stessi. Per quanto riguarda le nazionalità, Roma continua a essere una grande passione degli americani, dei nipponici e infine degli inglesi. Una bella sorpresa sono poi i russi, quarti nell’ordine di arrivo a Roma tra i Paesi stranieri, con un graditissimo ritorno negli hotel a Roma. Un’altra bella notizia per la capitale è che il suo turismo si comincia ad aprire anche a mercati “emergenti” per questa città e si fa riferimento in particolar modo ai cinesi e ai turisti provenienti dalla Corea del Sud. Con un Papa argentino, poi, non c’è da meravigliarsi del nuovo amore dimostrato dai Paesi del Sud America per la capitale italiana.

Come sarà la primavera turistica a Roma

Se quindi da un lato resistono alcuni mercati forti e tradizionali nel comparto turistico romano, altri sono un po’ fermi. I giapponesi, i tedeschi, i francesi e gli inglesi che arrivano a Roma per turismo sono praticamente stazionari, senza quindi registrare quell’exploit nelle prenotazioni che si attendeva per questa primavera.

Il problema terrorismo, d’altronde, è comune anche alle altre grandi città d’Europa, da Parigi a Berlino. D’altra parte l’Italia non ha esperienza in questo campo e questo spaventa.

icona_mappe_charta-roma-business

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>