giovedì , 17 gennaio 2019
Ultime notizie
HomePoliticaGrillo avvia voto on line su Consulta
Grillo avvia voto on line su Consulta

Grillo avvia voto on line su Consulta

Un referendum on line per il prossimo candidato alla Consulta. È la nuova iniziativa del blog di Beppe Grillo, che domanda ai sostenitori: “Volete che il M5S voti la professoressa Silvana Sciarra alla Corte costituzionale?”. Le votazioni saranno aperte dalle 15 alle 18 di oggi e dalle 9 alle 12 di domani.
Il M5S a giugno, ricorda il blog, “aveva proposto 4 nomi in maniera trasparente per la Corte Costituzionale. Questi nomi non sono neppure stati presi in considerazioni dai partiti. Dopo 20 votazioni fallite a causa dell’insistenza sul nome di Violante, poi ritirato grazie al M5S, i partiti hanno ripiegato su Silvana Sciarra, che a differenza di Violante ha i requisiti costituzionali richiesti per fare il giudice della Consulta.

I parlamentari M5S hanno deciso di prendere in considerazione questa candidatura, ma la parola finale – e’ appunto la chiosa – spetta agli iscritti”. In un lungo post, i parlamentari M5S segnalano che la Sciarra “ha i requisiti formali richiesti dall’art. 135 della Costituzione, a differenza di Violante”. Infatti “e’ professore ordinario in materie giuridiche, attualmente in attivita’ presso l’Universita’ degli Studi di Firenze. Ha una produzione scientifica rilevantissima, dirige riviste specializzate e nel suo settore e’ nota a livello internazionale”. Altro elemento saliente, “e’ sconosciuta alle procure”, e “a differenza di Violante, Bruno, Vitali, Catricala’, Legnini, Fanfani, Balduzzi e Leone, non ha precedenti esperienze politiche, non ha mai fatto parte di un partito o di un governo, non e’ mai stata deputato, sindaco, sottosegretario o ministro, non e’ amica d’infanzia del ministro Maria Elena Boschi o sodale di Cesare Previti, non e’ mai stata candidata ne’ eletta per alcuna carica politica”.

Insomma, “tutti requisiti che dovrebbe avere chiunque aspiri a fare il giudice costituzionale o il membro del Consiglio Superiore della Magistratura, l’organo di autogoverno dei magistrati”. “Ricordiamo – precisano i 5 Stelle – che per l’elezione dei giudici della Corte costituzionale occorrono i tre quindi dei membri del parlamento, pertanto nessuna forza politica da sola ha i numeri per imporre i propri nomi.

E’ pero’ possibile che i partiti del Patto del Nazareno, in caso di una nuova fumata nera, tornino a insistere su candidati politici di provata fedelta’. Per il M5S l’unico scopo e’ quello di portare nelle istituzioni di garanzia persone competenti, valide e indipendenti dalla politica. Invitiamo quindi tutti gli iscritti ad esprimersi sulla possibilita’ di votare il candidato, professoressa Silvana Sciarra, anche se proposto da altra forza politica”.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>