Il Principe William prende le distanze | Rifiuto categorico: scoppia il caso internazionale

Il Principe William rischia di scatenare un nuovo scandalo a livello internazionale per la corona inglese: invito rifiutato.

Non si placano le polemiche per la corona inglese da quando Re Carlo ha preso il posto della Regina Elisabetta. Dopo lo scandalo esploso a seguito della cacciata del fratello Andrea e la decisione di Harry di pubblicare il suo libro, a mettere nei guai il sovrano potrebbe essere il suo primogenito William.

Principe William
Lo sgarbo del Principe William (Foto ANSA)

L’attuale Principe del Galles ha una fitta agenda di impegni che nelle prossime settimane lo porterà con Kate anche in America. Per questo motivo è stata già resa nota la sua assenza in occasione della prossima edizione dei Mondiali di Calcio in Qatar.

Una notizia che ha lasciato tutti senza parole considerata la grande passione di William per il calcio e lo sport in generale. In realtà dietro la decisione del Principe di disertare l’evento ci sarebbe un motivo ben preciso. La sua scelta sembrerebbe essere legata alla posizione del Qatar su temi come il razzismo e l’omofobia.

Principe William, netta presa di posizione: il retroscena

Come riferisce il portale Iodonna, l’agenda di William viene studiata nei minimi dettagli e preparata dai suoi collaboratori con sei mesi di anticipo. Per questo motivo viene naturale chiedersi come sia possibile che non sia stato studiato un modo per permettere a William di essere in Qatar il prossimo 21 novembre quando l’Inghilterra farà il suo debutto contro l’Iran.

Secondo alcune indiscrezioni, in realtà questa decisione sarebbe stata presa dal principe in persona. William in particolare preferisce non essere associato ad un paese in cui il razzismo e l’omofobia dilagano e le coppie dello stesso sesso sono da tempo nel mirino della giustizia.

William e Kate sugli spalti durante gli Europei (Foto ANSA)

Il Principe del Galles è stato infatti il primo membro della famiglia reale inglese la cui immagine è stata pubblicata su di una nota rivista gay. Inoltre, gli attivisti britannici sanno benissimo di poter contare su di lui quando c’è da combattere a favore dei diritti umani. Questo dettaglio non da poco potrebbe quindi nascondersi dietro la decisione del primogenito di Carlo e Lady Diana.

Il pubblico ed i tifosi inglesi non potranno quindi vedere William sugli spalti nel corso dei prossimi Mondiali. I calciatori a loro volta dovranno accontentarsi quindi di sapere di avere un sostenitore che li segue da palazzo con tutta la sua famiglia al completo.