Benedetto XVI, al funerale il “gesto che nessuno ha notato”: Alberto Matano devastato dal dolore

Si sono svolti stamani i funerali del Papa emerito Benedetto XVI: il “gesto che nessuno ha notato” fa commuovere il conduttore Alberto Matano

Nella mattina di oggi, giovedì 5 gennaio, si sono tenuti i funerali del Papa emerito Benedetto XVI in una piazza San Pietro gremita. Erano oltre 50mila le persone radunatesi per salutare il predecessore di Papa Francesco, il quale, pur avendo rinunciato al suo pontificato nel 2013, era ancora molto amato dai fedeli di tutto il mondo.

La vita in diretta 5 gennaio
La vita in diretta – FFWebMagazine.it

“La vita in diretta”: Alberto Matano commenta il funerale di Benedetto XVI

Insieme a Padre Enzo Fortunato, suo ospite a “La vita in diretta”, Alberto Matano ha commentato con estremo dolore i funerali di Papa Benedetto XVI. Stamani, oltre 50mila fedeli si sono radunati a Roma per salutare per l’ultima volta il Papa emerito. Proprio durante la celebrazione, il grido “Santo subito” non ha mancato di riecheggiare per tutta piazza San Pietro.

Alberto Matano, insieme con Padre Enzo Fortunato, ha descritto con dovizia di particolari ogni minimo passaggio della funzione. Dall’omelia pronunciata da Papa Francesco fino al momento della tumulazione nelle Grotte Vaticane, dove Ratzinger riposerà al fianco dei suoi predecessori.

Un particolare momento della celebrazione, nello specifico, parrebbe aver profondamente colpito il conduttore de “La vita in diretta”, che ha ammesso di aver assistito a delle immagini che gli avrebbero “suscitato una profonda emozione“. Padre Fortunato, accodatosi, non ha mancato di dipingerlo come il “gesto più bello di tutta la funzione“.

Funerali Benedetto XVI
Funerali di Benedetto XVI – FFWebMagazine.it

Funerale Benedetto XVI: il gesto di Papa Francesco commuove il conduttore di Rai 1

Sarebbe stato proprio Papa Francesco, a detta di Alberto Matano, a compiere il gesto più significativo di tutta la funzione religiosa. Bergoglio, nonostante i risaputi problemi di deambulazione, si è avvicinato al feretro di Ratzinger per raccogliersi in un breve momento di preghiera, prima di salutare per sempre il Papa che, esattamente dieci anni fa, gli cedeva la carica di pontefice.

Si è avvicinato, ha appoggiato la mano sul feretro e si è raccolto in un momento di preghiera”  ha spiegato il conduttore, non trattenendo un velo di emozione nella voce. “Mi ha profondamente colpito” – ha aggiunto Matano, le cui parole sono state prontamente confermate da Padre Enzo Fortunato – “In quel gesto c’eravamo tutti noi. È come se in quel momento ci fossero solamente loro due, e nessuno intorno“.

Alberto Matano in lacrime
Alberto Matano – FFWebMagazine.it

La cerimonia della tumulazione, all’opposto, si è svolta nel massimo riserbo, senza la folla sterminata di fedeli a presiedere alla funzione. Benedetto XVI, da oggi in avanti, riposerà al fianco dei suoi predecessori all’interno delle Grotte Vaticane.