Tragico lutto colpisce il mondo del calcio: se ne va una leggenda | Tutti in lacrime

Uno degli attaccanti più forti di tutti i tempi. Si è spento all’età di 89 anni. Ma il suo record è destinato a rimanere intatto per sempre

I numeri parlano chiaro. E non sono un’opinione. Così lo consegnano in maniera indelebile e probabilmente per sempre alla storia dello sport, del calcio in particolare. Per questo gli sportivi di tutto il mondo sono in lutto per la perdita che è arrivata proprio in queste ore.

lutto nel mondo del calcio
Addio al campione del record imbattuto – ffwebmagazine

Attaccante tra i più prolifici, è morto nella sua casa all’età di 89 anni. Una vita lunga e gloriosa, dato che detiene il record forse più invidiato dai calciatori di tutto il mondo. Un record che resiste saldamente da ben 65 anni. Nato a Casablanca nell’agosto del 1933, ha giocato con USM Casablanca, Nizza e Stade Reims.

Addio all’attaccante del record più ambito

E chissà cosa avrebbe potuto fare se gli infortuni gli avessero permesso di avere una carriera più lunga rispetto a quello che ha potuto. Il suo percorso, infatti, è stato falcidiato dagli incidenti fisici, che, alla fine, lo hanno portato al ritiro prematuro. Con la sua nazionale, comunque, ha disputato 21 presenze, realizzando ben 30 reti. Numeri da capogiro.

Detiene,  un record che, a distanza di oltre 60 anni, nessuno ha mai scalzato. Né i più grandi del passato, come Pelé e Maradona, né i campioni di oggi, Leo Messi e Cristiano Ronaldo. Nel Mondiale del 1958 in Svezia, infatti, arrivò a realizzare ben 13 reti in 6 partite. Un record che difficilmente potrà essere battuto.

Just Fointaine morte
La morte di Just Fontaine ha lasciato tutti senza parole – (Foto Ansa) – ffwebmagazine

Stiamo parlando, evidentemente, di Just Fontaine, ex attaccante francese, scomparso proprio in questi giorni all’età di 89 anni. In realtà, Fontaine nacque in Marocco (a Marrakech). Ma negli anni in cui giocava, il Marocco era protettorato della Francia.

Il mondo del calcio è in lutto

Per questo giocò con i Bleus, mettendo in campo una performance che difficilmente potrà essere superata. E’ vero, era un altro calcio, dove le partite finivano con risultati molto più rotondi. Ma l’impresa di Fontaine rimane e rimarrà per sempre.

Addirittura, contro la Germania Ovest detentrice del titolo, nella finale per il terzo posto, segnò addirittura 4 delle 6 reti del successo francese (che gli valse la medaglia di bronzo mondiale. Un record superato solo nel 1994 dal russo Oleg Salenko, che ne realizzò 5 contro il Camerun.

Just Fontaine è morto all’età di 89 anni a Tolosa, in Francia. Ma sicuramente non moriranno mai le sue gesta sportive che lo consegnano, di diritto, al gotha del calcio di tutti i tempi.